IL ROTOLO DI RAVENSBRUCK

IL ROTOLO DI RAVENSBRUCK

La storia del Rotolo di Ravensbruck parte dalla Risiera di San Saba dove Marici di Servola e Daša di Bagnoli, si ritrovano ad affronatre il viaggio che le porterà da Trieste al campo di Ravensbruck passando per Auschwitz. Il campo di concentramento di Ravensbruck era il più grande campo di concentramento femminile della Germania nazista, situato a 90 chilometri a nord di Berlino. Durante la permanenza a Ravensbruck attraverso tutto l'orrore dei campi di concentramento, i forti legami di amicizia, di solidarietà con un gruppo di donne saranno l'elemento vitale per la loro sopravvivenza.

Con Mariella Terragni, Michela Cembran, Pierluca Famularo. Musiche di Carlo Moser.

Cattura

L'associazione "La Macchina del Testo" è nata nel 2000 dalla volontà di alcune persone provenienti dal mondo letterario e teatrale, Claudio Grisancich (poeta), Giuseppe O. Longo (scrittore e saggista), Gianfranco Sodomaco (scrittore), Giuliano Zannier (attore e regista teatrale), Giancarlo Sirotich (poeta) con l'obiettivo di dare voce alla scrittura e drammaturgia locale sia sul piano della qualità dei testi da rappresentare che su quello della ricerca espressiva delle messe in scena. Negli anni ha portato in scena diversi lavori di autori locali (Mattioni, Miniussi, Budigna, Pittoni, Rosso,Ramous, Vegliani, Morovich, Milani, ecc...). La Macchina dek testo ha promosso, tra il 2001 e il 2010, dieci edizini della rassegna "Teatro Aperto". Attualmente composta da attori e attrici di comprovata professionalità da tre anni replica lo spettacolo "L'Attesa" della scrittrice Pamela Gotti che è statop remiato al XIX Festival RAI Radiotelevisione Italiana Premio Enzo Biagi.