INGANNI - RENZO POSENELLI

INGANNI - RENZO POSENELLI

Dal dizionario: l'inganno è una malizia insidiosa che induce gli altri in errore. Posenelli gioca con gli oggetti come faceva da bambino, attivando la fantasia per trovarsi in un altro mondo; e così ha fatto con un manichino espositore di biancheria intima. Si è divertito ad ingannare prima di tutti sé stesso e poi coloro che guarderanno le sue immagini, costruite con "malizia insidiosa" per giocare. E così un manichino diventa strumento di seduzione con artificio e trucco:basta aggiungere un qualcosa di femminile, come ad esempio un collo di pellicia.

Si gioca per mimare la realtà, per trasformarla a proprio piacimento, per sognare, per raccontare storie "facendo finta" che diventino realtà. Nascono così le immagini che cediamo esposte e creano la serie dal titolo "INGANNI".

Renzo Possenelli, nato nel 1942 a Trieste, ove opera, si dedica da più di cinq quarant' anni all’intaglio del legno, alla scultura su pietra e materie plastiche.

Dopo aver frequentato l’istituto d’arte di Trieste, ha iniziato la carriera deddedicandosi al restauro del mobile antico e all’intaglio,

in seguito si è avviavvicinato al mondo del teatro costruendo per il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia teste, mani e piedi per le famose marionette di Podrecca .

Per Per venticinque anni ha contribuito all’allestimento di oltre duecento spettacoli con scenotecniche pubbliche e private in qualità di scultore e realizzatore di attrezzeria.Inoltre

ha insegnato per circa dieci anni intaglio in legno presso

l’Istituto per il restauro

Città di Piacenza e all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, e ha tenuto corsi di “La scultura nella marionetta” presso il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia.

Nel frattempo non ha mai abbandonato la sua ricerca in campo artistico realizzando e progettando sculture.

Riservato e schivo usa la sua creatività per raccontare il quotidiano e gli eventi contemporanei.

Vive del suo mestiere

FOTO RENZO