Il pianeta delle donne
Venerdì 19 Ottobre 2018 19:00

La Comunità degli Italiani di Crevatini

il ha il piacere di invitarla allo spettacolo teatrale del "CRUT" che presenta il

"Pianeta delle donne"

(testo e regia di Giorgio Amodeo)

In un prossimo futuro, forse nemmeno troppo lontano, tutte le mansioni lavorative più faticose verranno prese in carico dalle macchine mentre la genetica e la clonazione consentiranno all’umanità di programmare con sicurezza ogni nuova nascita. In questa situazione la figura maschile risulterebbe quindi apparentemente superflua per la continuazione della specie umana. Il nostro pianeta potrà perciò un giorno essere popolato quasi interamente da donne che vivrebbero così in un mondo, apparentemente idilliaco, nel quale poter ricordare con ironia e sarcasmo i tempi andati quando i poveri maschi, ormai definitivamente estinti, non riuscivano proprio a nascondere tutti i loro difetti e le loro incapacità.

Lo spettacolo, rifacendosi ai più classici testi di fantascienza teatrale, immagina una nuova futura realtà, interamente gestita dal sesso femminile, dove la figura del maschio estinto, che viene comicamente tratteggiata dalle donne, è quella di un animale inetto che è autonomamente scomparso dalla faccia della terra semplicemente perché non è stato capace di seguire l’evoluzione della specie. Com’è però evidente, anche un pianeta quasi interamente abitato dalle donne non può essere perfetto e non potranno che accadere degli avvenimenti imprevisti.

INVITO-1

 
LE PERLE DEL ROMANTICISMO
Sabato 22 Aprile 2017 19:30

per webAntonina Tea Sala, nata nel 1986, inizia lo studio del pianoforte all’età di cinque anni riuscendo ad ottenere i primi riscontri positivi dal pubblico già un anno dopo. Inizia l’attività concertistica nel 2000 con una serie di recital ben giudicati dalla critica musicale. La sua attività concertistica continua, incentrandosi principalmente sull’attività scolastica.

Diplomatasi presso la scuola statale “Miloje Milojevic” con il massimo dei voti, si iscrive all’ Accademia d’Arte di Novi Sad nella quale, con la borsa di studio della Repubblica Serba, studia con la didatta russa Professoressa Svetlana Bogino (Allieva di Lev Obrin). Il suo percorso musicale prosegue in Italia con il Maestro Massimo Gon, con il quale, in breve tempo consegue il “Dipoloma Accademico di Primo Livello” presso il conservatorio statale “G. Tartini” di Trieste. Nel 2008 vince la prestigiosa borsa di studio della Banca Svizzera per la partecipazione al Monaco Music Master-BSI 2008 e rientrando fra i cinque finalisti scelti a livello internazionale, può accedere al progetto organizzato dalla Fondazione di Sua Maestà Il Principe Ranieri di Monaco e dall’Orchestra Filarmonica di Montecarlo.

Tea sala si è aggiudicata oltre venti dei più alti riconoscimenti in diversi concorsi pianistici nazionali ed internazionali, vincendo il primo premio all’”International Grand Prix Ginevra”, al “Concorso Musicale Europeo” di Moncalieri (Torino), ha suonato accompagnata dall’orchestra “AUNS” sotto la direzione del Maestro Fedor Prodanov ed ha registrato per Radio Vaticana, Radio Francia, Radio Montecarlo, per la Radio-televisione Serba e per la RAI Radio Televisione-italiana.

 
CASTRUM MUGLAE
Venerdì 24 Marzo 2017 19:00

CASTRUM MUGLAE E I SUOI DINTORNI

 

Giuseppe Cuscito, muggesano, già ordinario di Archeologia cristiana e medievale presso l'Università degli Studi di Trieste e incaricato di Patrologia e di Storia della Chiesa locale presso la Facoltà teologica del Triveneto, ha prodotto numerosi volumi e oltre un centinaio di saggi sulla cristianizzazione dell'ambiente adriatico e sulle relative testimonianze materiali. Assessore alla Cultura nel Comune di Muggia nel 1989-1990, vi ha istituito il Museo archeologico e la Biblioteca comunale. È Ispettore onorario ai Monumenti per la zona di Muggia, Presidente del Centro di Antichità Altoadriatiche, della Società Istriana di Archeologia e Storia Patria, Presidente onorario dell'Associazione Nazionale per Aquileia, nonché socio corrispondente della Pontificia Accademia di Archeologia.castrum

 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 2